• Sei in:
  • Home
  • Presentazione Terza Missione

La Terza Missione

Immagine_terza_missione.jpgAccanto ai due obiettivi fondamentali della Formazione e della Ricerca, l'Università persegue una Terza Missione: opera cioè per favorire l'applicazione diretta, la valorizzazione e l'impiego della conoscenza per contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico della società. In tale prospettiva, ogni struttura all'interno dell'Ateneo si impegna per comunicare e divulgare la conoscenza attraverso una relazione diretta con il territorio e con tutti i suoi attori.
La Terza Missione si realizza secondo due grandi linee d'azione:

- la valorizzazione economica della conoscenza
- la missione culturale e sociale dell’Università

Nell’ambito di tali attività e con la responsabilità sociale che l’istituzione universitaria ricopre sul territorio nazionale e con l’intento di assumere appieno tale ruolo anche nelle strutture periferiche, il Dipartimento di Studi Umanistici  intende perseguire e sviluppare i seguenti obiettivi:

1. trasferimento e diffusione di conoscenze disciplinari e metodologiche nel tessuto socio-culturale della Regione Piemonte
2. valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale al fine di permetterne o ampliarne la fruizione anche attraverso modalità non tradizionali
3. promozione, sostegno e sviluppo di attività culturali.

Grazie al rinnovato contesto socio-culturale  che ha visto la Città di Torino diventare un polo di  attrazione per molteplici e importanti iniziative culturali e nell’ambito del progetto Torino città universitaria, il Dipartimento ha da tempo costituito reti con i più importanti attori  pubblici e privati del territorio (poli museali e bibliotecari, enti locali, associazioni culturali) attraverso la stipula di convenzioni e accordi di collaborazione scientifica. Si fa cenno, ad esempio, alla convenzione con il Museo del Cinema per la valorizzazione della cultura cinematografica  e agli accordi con la Città di Torino per il progetto Scuola dei compiti per l’insegnamento dell’italiano e del latino nelle scuole e il Progetto L2 – italiano per stranieri. 
 
Il Dipartimento ha inoltre avviato sia con modalità in conto terzi sia attraverso attività di Public Engagement le seguenti attività:

1. Pubblicazioni divulgative su giornali e riviste nazionali e locali (numerosi docenti del Dipartimento collaborano al mensile L’Indice dei libri del mese e alle pagine culturali di importanti testate nazionali ed europee)
2. Partecipazione a trasmissioni radiotelevisive a livello nazionale in particolare per quel che riguarda le performing arts (lezioni di musica su RadioTre, interventi su musica e physical computing in “Mu” trasmissione di Radio Due e su tecnologia e teatro in “Fila 97 Posto 6” su Radio Flash)
3. Partecipazione ad attività quali Notte dei Ricercatori e Bambine e bambini: un giorno all’Università
4. Collaborazioni, ormai consolidate, con istituzioni scolastiche della città di Torino per la diffusione dei saperi umanistici (in particolare di ambito filologico e linguistico) attraverso cicli di incontri che i docenti del Dipartimento svolgono presso le scuole
5. Organizzazione e realizzazione di cicli di lezioni aperte su temi specifici ospitati in spazi universitari o in collaborazione con altri enti. In particolare si segnalano: Per correr miglior acque (dal 2013 ciclo di letture dantesche da parte di docenti di fama internazionale che ha visto la partecipazione di oltre 200 persone a incontro); Dentro la musica (dal 2012 incontri di esercizi di ascolto organizzati in collaborazione con l’Auditorium della RAI); introduzione alla visione di film presso il Cinema Massimo di Torino in collaborazione con il corso di laurea in Discipline artistiche e dello spettacolo.
6. Organizzazione e allestimento di mostre in locali universitari e non. A titolo esemplificativo Scritture disegnate presso la Biblioteca Graf dell’Ateneo (2012-2014- un ciclo di mostre di disegni di maestri dell'architettura contemporanea: Purini, Belgiojoso, Semerani, Isola, Derossi, Botta); Wunderkammer. Giuseppe Mazzola e l'eleganza neoclassica presso la Galleria d’arte moderna di Torino nel 2012.

Infine si sottolinea che il Dipartimento ha offerto la consulenza anche in settori meno prossimi ai saperi disciplinari tradizionali, come nel caso dello studio di fattibilità per comunicare e diffondere la cultura della sicurezza a seguito della tragedia negli stabilimenti della Thyssenkrupp nel dicembre 2007( CIRMA - S.O.S. Social Online Safety. Diffondere e comunicare la cultura della sicurezza). Nell’avvio del processo di valutazione, il Dipartimento intende monitorare e sviluppare le attività di Terza Missione attraverso la sensibilizzazione verso il personale docente, la raccolta e l’archiviazione dei dati e il monitoraggio annuale rispetto agli obiettivi.

Per maggiori informazioni è possibile consultale le pagine del Portale di UniTO dedicate alla  Terza Missione e al  Public Engagement; per supporto alla gestione delle attività inerenti la Terza Missione del Dipartimento contattare l'Area di Polo Servizi alla Ricerca, scrivendo a: terzamissione.scienzeumanistiche@unito.it

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12/07/2017 14:03
Campusnet Unito
Non cliccare qui!